Menu Pagine

Pubblicato il 28 Dic 2014 in Francesco Elmi, Le Ricette dei Grandi | 2 commenti

Panettone (F. Elmi)*

Print Friendly, PDF & Email

Ingredienti


Primo impasto
1750gr zucchero 12.93%
1500gr acqua 11.11%
2250gr tuorli 16.66%
1500gr lievito naturale 11.11%
4000gr farina 380W 29.62%
2500gr burro 18.51%

Secondo impasto
1000gr farina 380W 11.87%
350gr zucchero 04.15%
450gr tuorli 05.34%
500gr burro 05.93%
120gr sale 01.42%
8 bacche vaniglia
6000gr frutta candita 71.25%

Glassa alle nocciole
3000gr zucchero 49.18%
1000gr nocciole 16.39%
1000gr farina 16.39%
1100gr albumi 18.03%

Procedimento

 

Procedimento

Il lievito naturale indicato si intende lievito acido al punto giusto dopo aver almeno fatto tre rinfreschi a uno (rapporto tra pasta acida e farina) facendo fermentare a 30° per tre ore a ogni giro. Un suggerimento per avere una tabella di marcia ottimale potrebbe esser quello di partire con il primo rinfresco alle 8.00 il secondo alle 12.00 il terzo alle 16.00 in modo da esser pronti con il primo impasto alle 20.00.

Primo impasto

Sciogliere lo zucchero in un litro di acqua versare in planetaria con il lievito madre tagliato in pezzettini (la quantità di lievito madre può variare da 1.500gr /2.000gr), unire i tuorli, la farina e far incordare. Successivamente unire l’acqua rimanente. Una volta che l’impasto risulterà ben incordato unire il burro pomata a fiocchetti in più riprese e continuare a lavorare con il gancio fino a quando sarà del tutto assorbito. Far riposare 12/14 ore fino alla triplicazione del volume dell’impasto.

Secondo impasto

Lavorare bene  il primo impasto con la farina;  una volta raggiunta l’incordatura unire lo zucchero e successivamente, in più riprese, i tuorli. Impastare bene per circa 50 minuti avendo l’accortezza di non far surriscaldare troppo l’impasto. Questo non deve superare mai i 28° gradi. Unire il burro a pomata con il sale, una volta incordato il prodotto, unire la frutta candita (uvetta passa, scorza di arancia candita e cedro). Far puntare per un’ora, spezzare e far riposare per un’altra ora. Pirlare e mettere negli stampi. Far lievitare per 5/6 ore a 30° fino al raddoppio del volume. Riportare a temperatura ambiente e cuocere in forno a 170° per circa 60 minuti (per una pezzatura da un Kg) All’uscita dal forno girare i panettoni fino a completo raffreddamento.

Glassa

Macinare le nocciole in modo che ciano sminuzzate ma si possano sentire leggermente. Unire lo zucchero e la farina, infine gli albumi. Mescolare fino ad ottenere una consistenza cremosa. Preparare la glassa almeno 12 ore prima dell’utilizzo.  (sopra a colomba si mette la glassa, le mandorle con la pelle e la granella di zucchero e lo zucchero a velo)

v. le mie proposte

Questo articolo è stato letto 558 volte

2 Commenti

  1. o io ho l’alzaimer….o tu non mi hai detto di avere un blog meraviglioso!!!!! Complimenti….poi….di certo questo sarà il prossimo panettone che farò perché ammiro Elmi…tantissimo…e poi….da te aspetto qualcosa…;-) ogni promessa è debito, un abbraccio. Paola

    • Ciao Paola!

      no tranquilla tranquilla mi sa che non te ne avevo parlato…
      grazie per i complimenti..

      Hai perfettamente ragione non mi sono dimenticato.. il problema è che devo cercare tra tutte le carte e scovare dove è finita la ricetta di Dianin… (è per questo motivo che mi sono fatto questo data base proprio per avere tutto a portata di clic… 🙂

      Coraggio questa sera partiamo con la ricerca.. 🙂 la troverò!!

      ciao
      Alessandro

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *