Menu Pagine

Pubblicato il 5 Ago 2014 in Le mie Proposte | 4 commenti

Lemon tarte (J. Kraus)

Lemon tarte (J. Kraus)

Print Friendly, PDF & Email
,

Intro

Da una ricetta di J Kraus... un dolce fresco, gradevole e delicatissimo...

Ingredienti


300grFarina 00 38.86%
180gr zucchero a velo 23.31%
9gr lievito 01.16%
210gr burro 27.20%
7gr fior di sale00.90%
60gr uova intere 07.77%
6gr rhum 00.77%

Daquoise al limone
270gr zucchero a velo 25.98%
270gr polvere di mandorle 25.98%
4gr zest limone 00.38%
345gr albumi 33.20%
114gr zucchero 10.97%
36gr succo limone 03.46%

Crema di limone
180gr zucchero semolato 13.38%
256gr succo limone 19.03%
320gr uova intere 23.79%
180gr zucchero semolato 13.38%
1gr zest limone 00.07%
350gr burro 82% 26.02%
40gr acqua 02.97%
10gr basilico fresco 00.74%

Meringa italiana
280gr zucchero 54.36%
85gr acqua 16.50%
150gr albumi 29.12%

Mousse limone
200gr succo di limone 14.32%
60gr zucchero finissimo 04.29%
40gr tuorli 02.86%
16gr fogli gelatina 01.14%
80gr acqua 05.73%
200gr meringa italiana 14.32%
800gr panna 57.30%

Copertura al limone
300gr acqua
600gr zucchero semolato 10.93%
600gr glucosio 21.87%
400gr latte condensato 21.87%
240grsoluzione di gelatina* 14.58%
600gr copertura bianca 21.87%
3gr colorante giallo idrosolubile 00.10%

Procedimento

 

Bretone

In un cutter inserire gli ingredienti secchi e mixare. Sabbiare il tutto con il burro freddo tagliato a dadini, infine unire le uova intere ed il rhum e amalgamare. Far riposare almeno 24h in frigo avvolgendo l’impasto con della carta pellicola. Stendere l’impasto e cucinare in un anello a 150° fino a doratura.

 

Daquoise al limone

In una terrina mesco scolare le polveri (zucchero velo e polvere di mandorle e zest limone) Metter da parte.

Montare gli albumi con lo zucchero a becco d’oca. Amalgamare con movimenti delicati e nello stesso tempo decisi le parti secche con il succo di limone nella meringa. Stendere e cuocere su un foglio di sillpat oppure su carta forno con la forma desiderata. 10 minuti forno a 200. Ricoprire con pellicola e far riposare in abbattitore fino all’utilizzo.

 

Crema al limone

Idratare la gelatina con 40 gr acqua. Versare nel succo di limone i primi 180 gr di zucchero e mescolare. A parte mescolare le uova con i secondi 180 di zucchero. Mescolare i due composti con una frusta ed unire la buccia del limone grattugiata e le foglie di basilico tagliate a striscioline. Cucinare il tutto a bagno Maria come se fosse una crema inglese fino quindi a 82°. Filtrare il tutto e omogenizzare con un minipimer ad immersione. Unire la gelatina mixare per qualche istante e a mano amalgamare il burro. Colare in uno stampo di diametro inferiore a quello dello stampo finale semisferico. In abbattitore e conservare fino all’utilizzo.

 

Meringa

In una pentola versare acqua e zucchero e portare a bollore fino ad una temperatura di 121°. Nel mentre, quando la temperatura dello zucchero raggiungerà circa i 117°, iniziare a montare gli albumi con il destrosio. Una volta raggiunti i 121° dell’acqua e zucchero versare a filo in planetaria sugli albumi semimontati e montare fino al raffreddamento.

 

Mousse di limone

In una boule mescolare i tuorli con lo zucchero. Scaldare a parte il succo del limone fino a 40° e versare sui tuorli; mescolare e cuocere come se fosse una crema inglese fino a 82° unire la gelatina idratata e aspettare si raffreddi preparare la meringa ed unirla delicatamente alla crema inglese. A 35° infine amalgamare la panna precedentemente montata. Utilizzare immediatamente.

 

Glassa

In una terrina versare acqua, glucosio, zucchero a e colorante e cuocere fino a 103°. Successivamente unire il latte condensato ed infine la soluzione di gelatina *(rapporto 40 gel/ 200 acqua). Versare il tutto sulla copertura precedentemente sciolta. Omogenizzare il tutto e mettere a riposare in frigorifero per almeno 12h. Utilizzare a 28°.

 

Montaggio

Preparare l a mousse al limone e versarla nello stampo semisferico. Posizionare l’inserto di crema al limone al centro e coprire con ulteriore  mousse al limone. Chiudere con la daquoise al limone e congelare. Smodellare il dolce e glassare con la copertura al limone gialla. Posizionare la semisfera sul disco di bretone. Decorare la base della semisfera con delle spirali di cioccolato bianco e guarnire con foglie di argento e basilico.

Note/dosi

E’ stato utilizzato uno stampo semisferico diametro 18 cm

Bretone –  50% ingredienti

Daquoise al limone – con il 50% ingredienti si ottiene una teglia 40*30 in prratica due inserti per stampo 18cm

Crema al limone –  con il  40% si ottengono due inserti 16cm

Mousse al limone – con il 65% otteniamo una dose per una semisfera diametro 18cm

Glassa – utilizzando il 15% si riesce a glassare agevolmente la semisfera utilizzata nella ricetta. Si  può comodamente scendere al 10%

Meringa – nella mousse al limone viene richiesta meno della metà della meringa come da indicazione ricetta. Utilizzando una planetaria forse non si riesce a scendere da queste dosi minime

 

DSC_5753-001

DSC_5836

DSC_5850

DSC_5882

DSC_5966

Questo articolo è stato letto 3348 volte

4 Commenti

  1. questo dolce è davvero splendido!!! l’hai realizzato davvero in maniera precisa, si vede dalla fetta, dalla glassatura.
    un paio di domande:
    – quanto burro nella bretone? quante uova nella crema? (credo tu te li sia scordati nell’elenco degli ingredienti
    – nella foto, sembra che tra dacquoise e mousse ci sia uno strato giallo…hai messo un secondo inserto di crema?
    – la soluzione di gelatina è gelatina in fogli + acqua? come “copertura binaca” posso usare cioccolato bianco preso al super?

    ciao!!!!!!!!!

    • Ciao ELe

      il dolce direi è buono ma soprattutto è delicatissimo..;-)

      ops… piccola dimenticanza dovuta a stanchezza vista l’ora in cui ho postato il tutto
      Grazie mille per le segnalazioni: ho provveduto a correggere. 🙂

      La foto forse inganna…. partendo dal basso puoi osservare la bretone poi la mousse, uno strato sottile di daquoise (forse sin troppo sottile rispetto all’inserto successivo doveva esser alemeno il doppio) nuovamente mousse, poi strato di crema al basilico e limone, infine ancora mousse e strato sottile di glassa..

      Tieni presente che la bretone alla base doveva esser di diametro pari a quello della semisfera.. nella fretta ho coppato un disco di un cm più piccolo.. il giallo che si vede alla base e sul bordo della semisfera altro non è che il colore degli spicchi sottili di limone che ho inserito per coprire il leggero spazio vuoto. Diciamo che la possiamo passare come una sorta di decorazione 🙂

      Nella foto della torta lo Chef ha creato un anello sottilissimo di cioccolato bianco alto almeno tre centimetri che circonda la semisfera alla base. All’interno di questo anello di cioccolato ne è stato inserito un secondo leggermente inclinato. Visivamente l’effetto è molto interessante.. Con questo caldo non ho neppure preso in considerazione l’ipotesi di replicare questo gioco visivo.

      La gelatina è in fogli. Leggendo la ricetta si parla di soluzione di gelatina “gelatin solution” composta da 40 gelatina e 200 di acqua in altri punti della ricetta invece, si specifica, sotto la voce gelatina, quella in fogli (gelatin leaves) penso sia la stessa cosa

      Io ho utilizzato la gelatina in fogli. idratandola con il peso indicato.. Entrando nello specifico l’acqua utilizzata indicata, è pari a quanto assorbe normalmente la gelatina: cinque volte il suo peso.. (un dubbio amletico mi è sorto se per caso lo Chef intendesse gelatina idratata con 200 grammi di acqua. Ammetto la ricetta è essenziale avarissima di spiegazioni, oseri dire persino criptica)

      Visto che la glassa mi sembrava un po’ troppo densa ho aggiunto un due cucchiai di gelatina neutra dal momento che molto spesso in altre glasse avevo constatato l’uso combinato delle due gelatine. Altro particolare mi è sembrava che la consistenza a temperatura ambiente delle glasse fosse molto più fluida, così mi sono permesso questa variazione. Credo di aver raggiunto un giusto compromesso.

      Per il cioccolato bianco ti consiglio di prenderne uno di ottima qualità altrimenti rischi di rovinare tutto. Sarebbe proprio un peccato..

      Anche senza copertura mi convinco sempre di più che vengano bene dei bicchierini magari diminuendo leggermente la gelatina.

      Ciao e buon lavoro

      ALe

  2. Splendido!!!!, ma la meringa la devo mischiare con là mouse grazie

    • Ciao
      come scritto nella ricetta della mousse… alla crema inglese va unita la gelatina in seconda battuta quando si raffredda la meringa mescolare delicatamente e poi a 35 gradi unire panna..
      Ciao
      Ale

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *