Menu Pagine

Pubblicato il 20 Nov 2013 in Ernst Knam, Le Ricette dei Grandi | 0 commenti

Crostata di mele al rosmarino (E. Knam)*

Print Friendly, PDF & Email

Ingredienti


Crostata
300gr pasta frolla
1 mela
200gr crema frangipane
qb rosmarino tritato
gelatina neutra
rametti rosmarino

Frolla
150gr burro
150gr zucchero semolato
1 uovo
1 bacca vaniglia
6gr backing
300gr farina
qb sale

Frangipane
100gr farina mandorle
100gr burro morbido
100gr zucchero
30gr farina 00
1 uovo
1sp calvados

Procedimento

 

Frolla

In una planetaria lavorare il burro tagliato a pezzetti insieme allo zucchero, quindi aggiungervi l’uovo, il sale ed i semi di vaniglia e impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. Unire il lievito e la farina setacciati insieme e lavorate fino a formare un impasto omogeneo e compatto. Formare una palla avvolgerla  nella pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigorifero per almeno 4 ore prima di utilizzarla.

Crema frangipane

Montare in planetaria il burro con lo zucchero, quindi aggiungere l’uovo, precedentemente sbattuto leggermente con una forchetta,versandolo a filo e continuare a lavorare fino ad ottenere un composto montato e areato. Con un cucchiaio di legno, amalgamare al composto la farina di mandorle e successivamente quella 00. Quindi, mescolare bene sino ad ottenere un composto omogeneo. Conservare la crema il frigorifero fino al momento di usarla.

 

 

Montaggio

Stendere la pasta frolla in una teglia con uno spessore di circa 3 mm.
Versare la crema frangipane, cospargere di rosmarino tritato finemente e coprire il tutto con le mele affettate disposte a raggiera. Cuocere in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti, Togliere dal forno e lasciar raffreddare. Preparate la gelatina: versate 200 ml di acqua in una casseruola, mettetela a scaldare sul fuoco e portatela ad ebollizione. Quindi aggiungere la gelatina in polvere (50gr), mescolare bene fino a scioglierla completamente e togliere dal fuoco. Con un pennello, lucidare la superficie della torta con la gelatina, lasciar rapprendere e servite. Decorate, a piacere, con rametti di rosmarino

v. mie proposte

Questo articolo è stato letto 715 volte

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *